Tirocinio formativo: dai Consulenti del Lavoro creati 60 mila nuovi posti

15 luglio 2019

Da un’indagine dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro emerge che grazie allo strumento del tirocinio formativo oltre il 60% dei progetti attivati dai delegati della Fondazione Lavoro, a 6 mesi dalla conclusione, si trasforma in una reale opportunità di lavoro per i giovani. Tradotto in numeri significa che dal 2014 al 2018 sono 99.141 i tirocini conclusi e che quasi 60.000 sono sfociati, entro 6 mesi, in un contratto di lavoro.

A 6 mesi dalla conclusione del tirocinio oltre il 60% dei giovani formati attraverso un tirocinio promosso dai delegati della Fondazione Consulenti per il Lavoro hanno trovato un lavoro.
 
Tradotto in numeri significa che negli ultimi 5 anni la rete della Fondazione ha creato quasi 60.000 posti di lavoro solamente utilizzando tale strumento di formazione.
 
Sono questi i principali dati che emergono dall’indagine, condotta dall’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro, in collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dal titolo “I tirocini di Fondazione Lavoro e l’inserimento occupazionale”.
 
Vincenzo Silvestri, Presidente della Fondazione Consulenti per il Lavoro, ha dichiarato che “I dati confermano che i tirocini promossi dalla Fondazione Lavoro si avvalgono della conoscenza delle reali esigenze aziendali, propria dei Consulenti del Lavoro, che permette l’inserimento di percorsi professionali mirati”.

Tassi di inserimento occupazionali per Regione

Nelle regioni del Sud sono inferiori alla media nazionale i tassi di inserimento occupazionale post tirocinio. Il Molise con il 47,5% fa registrare un tasso di inserimento inferiore di circa 13 punti percentuali rispetto alla media nazionale (60,2%) e di oltre 19 punti percentuali rispetto alla regione più virtuosa (la Toscana con il 66,9%).
 
Difficoltà di inserimento occupazionale si registrano anche in Sardegna, Sicilia, in Calabria e in Campania.
Le regioni che hanno percentuali di inserimento superiori al 65% sono il Veneto, la Toscana, le Marche e l’Emilia Romagna.

Settori economici

Hanno maggior successo di inserimento nel mercato del lavoro i tirocini realizzati nel settore industriale e nel settore dell’istruzione e della sanità privata, mentre quelli nel settore turistico e nei servizi sociali e personali hanno livelli di inserimento occupazionale inferiori alla media di oltre 4 punti percentuali.

Archivio news

 

News dello studio

feb10

10/02/2020

Compensazioni in F24 bloccate con sanzioni fino a 250 euro

Compensazioni in F24 bloccate con sanzioni fino a 250 euro

Nell’ambito delle nuove disposizioni finalizzate a contrastare il fenomeno delle indebite compensazioni fiscali, il decreto fiscale 2020 ha rimodulato il regime sanzionatorio previsto in caso di

feb4

04/02/2020

Unificazione IMU-TASI: cambiano le imposte sulla casa

Unificazione IMU-TASI: cambiano le imposte sulla casa

Abolita la IUC, ad eccezione della tassa sui rifiuti TARI, dal 2020 nasce la nuova IMU, che comprende l’imposta municipale unica e la TASI. La “nuova” imposta, disciplinata dalla legge

ott24

24/10/2019

Corrispettivi telematici: pagamento con buoni pasto

Corrispettivi telematici: pagamento con buoni pasto

La trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri all’Agenzia dell’Entrate non modifica le modalità di pagamento dei corrispettivi, né riguarda i documenti di

News

feb18

18/02/2020

Revisione: come identificare e valutare i rischi di errori significativi

Dopo aver pianificato l’attività di revisione,

feb19

19/02/2020

Partecipazione ad un concorso artistico: il trattamento IVA applicabile

La partecipazione ad un concorso artistico

feb19

19/02/2020

Ritenute fiscali negli appalti: i Consulenti del Lavoro chiedono una proroga

Alla luce dei nuovi adempimenti introdotti,