Tirocinio formativo: dai Consulenti del Lavoro creati 60 mila nuovi posti

15 luglio 2019

Da un’indagine dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro emerge che grazie allo strumento del tirocinio formativo oltre il 60% dei progetti attivati dai delegati della Fondazione Lavoro, a 6 mesi dalla conclusione, si trasforma in una reale opportunità di lavoro per i giovani. Tradotto in numeri significa che dal 2014 al 2018 sono 99.141 i tirocini conclusi e che quasi 60.000 sono sfociati, entro 6 mesi, in un contratto di lavoro.

A 6 mesi dalla conclusione del tirocinio oltre il 60% dei giovani formati attraverso un tirocinio promosso dai delegati della Fondazione Consulenti per il Lavoro hanno trovato un lavoro.
 
Tradotto in numeri significa che negli ultimi 5 anni la rete della Fondazione ha creato quasi 60.000 posti di lavoro solamente utilizzando tale strumento di formazione.
 
Sono questi i principali dati che emergono dall’indagine, condotta dall’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro, in collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dal titolo “I tirocini di Fondazione Lavoro e l’inserimento occupazionale”.
 
Vincenzo Silvestri, Presidente della Fondazione Consulenti per il Lavoro, ha dichiarato che “I dati confermano che i tirocini promossi dalla Fondazione Lavoro si avvalgono della conoscenza delle reali esigenze aziendali, propria dei Consulenti del Lavoro, che permette l’inserimento di percorsi professionali mirati”.

Tassi di inserimento occupazionali per Regione

Nelle regioni del Sud sono inferiori alla media nazionale i tassi di inserimento occupazionale post tirocinio. Il Molise con il 47,5% fa registrare un tasso di inserimento inferiore di circa 13 punti percentuali rispetto alla media nazionale (60,2%) e di oltre 19 punti percentuali rispetto alla regione più virtuosa (la Toscana con il 66,9%).
 
Difficoltà di inserimento occupazionale si registrano anche in Sardegna, Sicilia, in Calabria e in Campania.
Le regioni che hanno percentuali di inserimento superiori al 65% sono il Veneto, la Toscana, le Marche e l’Emilia Romagna.

Settori economici

Hanno maggior successo di inserimento nel mercato del lavoro i tirocini realizzati nel settore industriale e nel settore dell’istruzione e della sanità privata, mentre quelli nel settore turistico e nei servizi sociali e personali hanno livelli di inserimento occupazionale inferiori alla media di oltre 4 punti percentuali.

Archivio news

 

News dello studio

mag29

29/05/2020

Ammortizzatori sociali: istruzioni per l’uso

Ammortizzatori sociali: istruzioni per l’uso

L’ampliamento del novero dei lavoratori beneficiari degli ammortizzatori sociali e l’estensione della durata massima dei trattamenti di integrazione salariale sono le principali novità

mag21

21/05/2020

Smart working: benefits, premio 100 euro e regime fiscale. Cosa deve sapere il datore di lavoro

Smart working: benefits, premio 100 euro e regime fiscale. Cosa deve sapere il datore di lavoro

Ai tempi dell’emergenza sanitaria Covid-19, lo smart working è stata la soluzione (di forza maggiore) adottata dalle aziende per consentire ai lavoratori di continuare a rendere la prestazione

mag15

15/05/2020

Aziende plurilocalizzate: si sdoppia l’iter per la Cassa in deroga

Aziende plurilocalizzate: si sdoppia l’iter per la Cassa in deroga

Per ottenere il pagamento diretto della Cassa in deroga, le aziende con unità site in almeno 5 Regioni o Province Autonome devono seguire una procedura particolare e, almeno nelle intenzioni del

News

mag19

19/05/2020

Rischi di revisione da riconsiderare alla luce dell'emergenza Covid-19

Gli effetti derivanti dall’emergenza Covid-19