Tirocinio formativo: dai Consulenti del Lavoro creati 60 mila nuovi posti

15 luglio 2019

Da un’indagine dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro emerge che grazie allo strumento del tirocinio formativo oltre il 60% dei progetti attivati dai delegati della Fondazione Lavoro, a 6 mesi dalla conclusione, si trasforma in una reale opportunità di lavoro per i giovani. Tradotto in numeri significa che dal 2014 al 2018 sono 99.141 i tirocini conclusi e che quasi 60.000 sono sfociati, entro 6 mesi, in un contratto di lavoro.

A 6 mesi dalla conclusione del tirocinio oltre il 60% dei giovani formati attraverso un tirocinio promosso dai delegati della Fondazione Consulenti per il Lavoro hanno trovato un lavoro.
 
Tradotto in numeri significa che negli ultimi 5 anni la rete della Fondazione ha creato quasi 60.000 posti di lavoro solamente utilizzando tale strumento di formazione.
 
Sono questi i principali dati che emergono dall’indagine, condotta dall’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro, in collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dal titolo “I tirocini di Fondazione Lavoro e l’inserimento occupazionale”.
 
Vincenzo Silvestri, Presidente della Fondazione Consulenti per il Lavoro, ha dichiarato che “I dati confermano che i tirocini promossi dalla Fondazione Lavoro si avvalgono della conoscenza delle reali esigenze aziendali, propria dei Consulenti del Lavoro, che permette l’inserimento di percorsi professionali mirati”.

Tassi di inserimento occupazionali per Regione

Nelle regioni del Sud sono inferiori alla media nazionale i tassi di inserimento occupazionale post tirocinio. Il Molise con il 47,5% fa registrare un tasso di inserimento inferiore di circa 13 punti percentuali rispetto alla media nazionale (60,2%) e di oltre 19 punti percentuali rispetto alla regione più virtuosa (la Toscana con il 66,9%).
 
Difficoltà di inserimento occupazionale si registrano anche in Sardegna, Sicilia, in Calabria e in Campania.
Le regioni che hanno percentuali di inserimento superiori al 65% sono il Veneto, la Toscana, le Marche e l’Emilia Romagna.

Settori economici

Hanno maggior successo di inserimento nel mercato del lavoro i tirocini realizzati nel settore industriale e nel settore dell’istruzione e della sanità privata, mentre quelli nel settore turistico e nei servizi sociali e personali hanno livelli di inserimento occupazionale inferiori alla media di oltre 4 punti percentuali.

Archivio news

 

News dello studio

set30

30/09/2019

Aliquote IVA: aumenti bloccati per chi paga con moneta elettronica?

Aliquote IVA: aumenti bloccati per chi paga con moneta elettronica?

Aliquote IVA differenziate in funzione della modalità di pagamento prescelta, a favore naturalmente dei pagamenti effettuati con moneta elettronica: sembra essere questa l’ultima misura

set3

03/09/2019

Bonus Sud: cosa deve fare l’impresa se supera il massimale del “de minimis”?

Bonus Sud: cosa deve fare l’impresa se supera il massimale del “de minimis”?

L’azienda che vuole ottenere l’incentivo contributivo “Bonus Sud” per le assunzioni a tempo indeterminato (o con apprendistato professionalizzante) e trasformazione di contratto

lug29

29/07/2019

Nuova IMU, vecchi vizi

Nuova IMU, vecchi vizi

Della nuova IMU tutto si può dire, tranne che sia davvero “nuova”. Il progetto di legge riproduce vizi e storture antiche e ne crea di nuove, oltre a generare confusione: se si vuole

News

ott7

07/10/2019

Titoli non durevoli: minusvalenze sospese anche per il 2019

Il Ministero dell’Economia e delle finanze

ott14

14/10/2019

Valute estere: il cambio di settembre 2019

E' stato accertato il cambio delle valute

ott12

12/10/2019

Tutela del lavoro dei riders: una riforma parziale. Perché?

Il ddl di conversione del decreto legge